#39

Sfinge testa di morto

Acherontia atropos

un immagine di Il silenzio degli innocenti e lo stridìo delle falene

Il silenzio degli innocenti e lo stridìo delle falene

Ricordate il film d’inizio anni '90 “Il silenzio degli innocenti”? Il marchio lasciato dal serial killer sulle sue vittime era una falena, la cui caratteristica è il disegno del torace che ricorda vagamente un teschio umano. Si tratta di una specie migratrice, comune anche in Ticino, appartenente alla famiglia degli sfingidi e considerata la più grande dell’Europa centrale. Questa farfalla è l’unica in grado di emettere acuti stridìi udibili dall'orecchio umano, i quali sono prodotti dal passaggio dell'aria attraverso una membrana della faringe. La funzione di questo suono non è chiara, ma sembra che possa avere un effetto repulsivo per i predatori o fungere da “ninnananna” per le api, quando la falena fa le sue incursioni nell'arnia alla ricerca di miele. Un tempo si credeva che la sua apparizione in una stanza illuminata da candele fosse un annuncio di morte, ma nonostante la sua nomea la specie è assolutamente innocua.

Scopri di più su Wikipedia
un immagine di Il silenzio degli innocenti e lo stridìo delle falene